Tortano napoletano

Tortano napoletano, la ricetta originale

Il tortano napoletano è un rustico che non manca mai nelle tavole dei partenopei in occasione delle festività pasquali.

A differenza del casatiello, questa torta salata contiene le uova sode unite a dadini direttamente nell’impasto insieme a tutti i salumi e formaggi.

In più si contraddistingue per la sua altezza e morbidezza.

Ma come si fa a prepararlo senza commettere errori? Scopriamolo insieme in questa ricetta che ve lo spiegherà passo passo.

Ingredienti per uno stampo a ciambella del diametro di 20 cm

  • 500 grammi di farina
  • 80 ml di latte tiepido
  • 200 ml di acqua tiepida
  • 1 cucchiaino di miele oppure di zucchero
  • 6 grammi di lievito di birra fresco
  • 100 grammi di sugna oppure di burro morbido a temperatura ambiente
  • 5 grammi di sale fino
  • pepe nero macinato q.b.
  • 100 grammi di prosciutto tagliato a dadini
  • 100 grammi di salame Napoli tagliato a dadini
  • 150 grammi di scamorza oppure provolone tagliato a cubetti
  • 100 grammi di salsiccia secca tagliata a fettine
  • 2 uova sode tagliate a pezzetti

Procedimento:

Mescolare il latte e l’acqua in un bicchiere.

In una terrina setacciare la farina, aggiungere il pepe macinato, il lievito di birra sbriciolato, lo zucchero oppure il miele, il sale e incorporare gradualmente la miscela di acqua e latte.

Impastare tutti gli ingredienti e quando quelli liquidi saranno stati assorbiti trasferire sul piano di lavoro infarinato per lavorare energicamente con le mani per una decina di minuti.

Bisogna ottenere un panetto dalla consistenza morbida e liscia.

Allargare il panetto, distribuire i fiocchetti di sugna oppure burro molto morbido e impastare nuovamente per incorporarlo al composto.

Se l’impasto dovesse risultare troppo appiccicoso, infarinare leggermente la spianatoia.

Formare una palla con l’impasto, adagiarlo in una ciotola, praticare un taglio a croce sulla superficie, coprire con un panno e far lievitare per tre ore in un luogo tiepido.

Dovrà raddoppiare il volume.

Per evitare correnti d’aria, è possibile collocare la terrina nel forno spento con la luce accesa oppure all’interno del forno a microonde spento.

Trascorse le tre ore, infarinare nuovamente la spianatoia e allargare l’impasto con le mani per ottenere un rettangolo delle dimensioni pari a 28X33 cm.

Distribuire in maniera uniforme tutti i salumi, le uova sode e i formaggi tagliati a dadini.

Arrotolare il rettangolo e adagiarlo nello stampo a ciambella abbondantemente imburrato e infarinato.

Distribuire sulla superficie qualche pezzettino di burro o sugna.

Far lievitare di nuovo l’impasto per un’altra ora.

Accendere il forno a 180° C in modalità statica e far cuocere il tortano napoletano per 40 minuti.

Dovrà assumere un bel colorito dorato.

Rimuovere dal forno, lasciar intiepidire, sformare e servire il tortano tagliato a fette spesse circa un centimetro cadauna.

Conservazione

Il tortano napoletano, se preparato fresco, si conserva per un paio di giorni ed è possibile congelarlo sia intero che a fette.

In quest’ultimo caso, quando si desidera consumarlo, scongelarlo a temperatura ambiente oppure nel forno a microonde tramite l’apposita funzione.

Come servire il tortano napoletano

Il tortano napoletano viene solitamente preparato a Pasqua, ma, essendo talmente buono, nessuno vieta di prepararlo in qualunque altra occasione, basti pensare a una gita fuori porta, in quanto molto pratico e ottimo da gustare anche freddo.

Se si preferisce invece servirlo a tavola, può diventare sia un ottimo e ricco antipasto, sia un prodotto da forno per accompagnare salumi e formaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *