come produrre birra artigianale

Come produrre birra artigianale?

Come produrre birra artigianale? Tutti i consigli per una birra squisita e fatta in casa.

Oggigiorno l’homebrewing, ossia l’attività di birrificazione casalinga è uno degli hobby più amati e praticati dagli amanti della birra. Tuttavia, non si tratta di una semplice ricetta da seguire passo dopo passo, ma di una vera e propria arte che necessita approfondimento, esperienza e tanto tempo.

Preparazione della birra: i sei passaggi da seguire

Per poter preparare una birra a prova degli homebrewers più esigenti è necessario seguire sei passaggi fondamentali.

Preparazione del mosto

Innanzitutto, bisogna procedere con la preparazione del mosto facendo bollire il malto e il luppolo. In questa prima fase è importante sapere che ci sono tre azioni fondamentali da compiere: la sfarlatura del malto (frantumazione del chicco), l’ammostamento (versamento del malto in acqua e successiva ebollizione) e la bollitura (aggiunta del luppolo al composto precedente e successiva ebollizione). Oltretutto, è proprio la preparazione del mosto il momento in cui verrà conferito alla bevanda il caratteristico gusto amaro.

Bollitura e aggiunta di lievito

Il momento di bollitura deve durare non oltre un’ora e mezza a seconda della quantità di birra da produrre e della densità desiderata. Una volta terminata la bollitura dell’acqua con malto e luppolo, è necessario far raffreddare il composto e poi aggiungere il lievito. Sarà questo l’ingrediente che permetterà di ottenere la fermentazione del mosto trasformando gli zuccheri in alcool. Tuttavia, si tratta della fase più lunga poiché i tempi possono oscillare da una alle tre settimane. Bisogna sapere che sarà necessario riporre il composto in un ambiente privo di fonti di luce e di calore aspettandosi il piacevole profumo di birra fermentata che inebrierà tutta la casa.

Carbonazione

Successivamente, dopo la fermentazione è il momento di procedere con la fase della carbonazione, ossia l’aggiunta di zucchero. Grazie a questo ingrediente sarà possibile donare frizzantezza alla birra, diretta conseguenza della fermentazione dello zucchero che rilascia anidride carbonica (le famose bollicine). Ovviamente, per scampare da eventuali contaminazioni, lo zucchero deve essere bollito prima che sia inserito nella bevanda.

Imbottigliamento e maturazione in bottiglia

La quinta fase prevede l’imbottigliamento preferibilmente in bottiglia in vetro o con chiusura ermetica. Proprio in questi recipienti avverrà la seconda fermentazione detta anche “rifermentazione”. Ultima ed importantissima fase è quella della maturazione in bottiglia. Questo procedimento conferisce alla birra un gusto unico e speciale che si differenzia di gran lunga dalle bevande prodotte industrialmente. Oltretutto, è bene precisare che bisognerà conservare la bevanda pronta in un ambiente asciutto, la cui temperatura si aggiri tra i 15°C e i 20° C.
Seguendo questi passaggi, armandosi di tanta pazienza e mettendoci tutto l’impegno possibile, sarà più semplice preparare una gustosa ed autentica birra artigianale direttamente a casa propria.

Come informarsi e specializzarsi nell’arte dell’HomeBrewing

Per restare aggiornati e ricevere preziosi consigli sulla produzione di birra artigianale si consiglia www.comefarelabirra.it. Alta formazione e attrezzatura a prezzi contenuti, di questo si occupa il sito sopracitato. Infatti, sarà possibile con un semplice click accedere a numerosi e diversi contenuti. Ad esempio, è possibile acquistare kit indispensabili per l’HomeBrewing, corsi, lezioni e libri direttamente a casa propria. Perché aspettare ancora? Da oggi fare la birra in casa è ancora più semplice!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *